Your shopping cart is empty!

Winston citato in giudizio da un autista di Uber in un presunto

20/09/2018 0
TAMPA - Tampa Bay Buccaneer Jameis Winston è stato citato in giudizio dal conducente dell'Arizona Uber che ha accusato il quarterback di averla tastata nel 2016.
 
La causa è stata presentata martedì dalla presunta vittima - che è stata identificata come Kate P. nei documenti del tribunale federale. Sta cercando danni superiori a $ 75.000 a causa dei "danni nella natura del disagio emotivo e delle future spese di terapia", afferma la causa.
 
"Questa causa deriva dalle azioni autorizzate di un calciatore professionista che si sentiva autorizzato a molestare sessualmente il suo autista Uber dopo una notte di comportamento indisciplinato", si legge nella denuncia.
 
Il presunto incidente è avvenuto il 13 marzo 2016 a Scottsdale, in Arizona. La donna autista Uber sostiene che dopo aver preso Winston, si è seduto sul sedile del passeggero anteriore del suo veicolo e ha afferrato il suo cavallo mentre la linea di guida in un ristorante messicano.
 
La causa si avvicina alla fine della sospensione di tre partite di Winston dalla NFL, per aver violato la politica di condotta personale della lega. La denuncia sostiene la sospensione, affermando: "Winston è stato indagato e ritenuto responsabile del suo comportamento da parte del suo datore di lavoro, la National Football League, e sospeso per le sue azioni".
 
Winston nega le accuse, pubblicando una dichiarazione a novembre dello scorso anno in seguito alle accuse iniziali che dicevano in parte: "Credo che l'autista fosse confuso sul numero di passeggeri nella macchina e chi era seduto accanto a lei. L'accusa è falsa, e data la natura delle accuse e una maggiore consapevolezza e considerazione di questi tipi di argomenti, sto affrontando immediatamente questa falsa relazione ".
 
ABC Action News ha contattato i Bucs in seguito alla notizia della causa che ha rifiutato di commentare.